La Storia: dal 1961 ad oggi

milano fininvest

La storia del Gruppo Fininvest è prima di tutto una storia di successi. Nato dal genio di Silvio Berlusconi, il Gruppo si è affermato tra i protagonisti dell’imprenditoria italiana dell’ultimo mezzo secolo.

1961

Dopo la laurea, il primo progetto di Silvio Berlusconi è costruire abitazioni. Comincia con i condomini di Via Alciati a Milano.

Nel 1963 fonda la Edilnord, che nel 1964 avvia il cantiere di Brugherio, tra il 1970 e il 1979 costruisce Milano Due, a Segrate, e tra il 1980 e il 1991 Milano Tre, nel territorio del Comune di Basiglio a Sud di Milano.

milano 3 fininvest

1975

Il 21 marzo Silvio Berlusconi costituisce a Roma Fininvest S.r.l.

L’11 novembre dello stesso anno Fininvest diventa una S.p.a. e trasferisce la propria sede a Milano, assumendo il controllo delle altre società milanesi di Berlusconi.

1976

Silvio Berlusconi rileva integralmente Telemilano, nata nel 1974 come tv a circuito chiuso per il quartiere residenziale Milano 2.

1977

Silvio Berlusconi viene nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Giovanni Leone.

Lo stesso anno, Berlusconi acquista una partecipazione nella Società Europea di Edizioni, editrice del quotidiano Il Giornale, fondato nel 1974 da Indro Montanelli, che viene gradualmente accresciuta negli anni successivi.

1978

Telemilano passa dal cavo all’etere e diventa Telemilano 58: l’emittente comincia a trasmettere su tutta la Lombardia.

Nello stesso anno viene acquistato il Teatro Manzoni, uno dei più noti teatri di Milano.
Intanto l’8 giugno viene costituita Fininvest Roma S.r.l.

1979

Il 26 gennaio Fininvest Roma S.r.l. incorpora per fusione la Fininvest S.p.a. di Milano, assumendone la denominazione. Nascono Reteitalia, società specializzata nell’acquisto e commercializzazione di programmi televisivi, e Publitalia ’80, concessionaria di pubblicità.

Lo stesso anno Silvio Berlusconi entra in società con Adriano Galliani, titolare della Elettronica Industriale, che possiede impianti per la ripetizione dei programmi esteri in Italia.
Intanto, dalla tv pubblica arriva il popolare conduttore Mike Bongiorno e per Telemilano è un punto di svolta.

1980

Berlusconi e Galliani acquisiscono 16 emittenti in tutta Italia, che diventano punti di emissione dei programmi del network. Telemilano si trasforma in Canale 5, che ora trasmette su scala nazionale.

1981

Nel 1981 Canale 5 si aggiudica il Mundialito, torneo di calcio disputato tra le squadre che hanno vinto la Coppa del Mondo: la tv pubblica avrebbe trasmesso le partite della nazionale italiana, il resto Canale 5. Per la prima volta nella storia la televisione di Stato scende a patti con quella privata.
Quello stesso anno, a Marina di Portofino, Silvio Berlusconi conosce Ennio Doris.

1982

Nasce Programma Italia, società attiva nel settore dell’intermediazione finanziaria, posseduta pariteticamente dal Gruppo Fininvest e da Ennio Doris. 

berlusconi e doris

1983

Il Gruppo rileva il network televisivo Italia 1 da Edilio Rusconi e il settimanale Sorrisi e Canzoni TV, una delle più importanti riviste dedicate al mondo dello spettacolo.

1984

Vengono acquisiti il network televisivo Retequattro dalla Mondadori di Mario Formenton. Il Gruppo diventa così proprietario di tre emittenti, come la tv di Stato. Mentre si consolida la posizione nel mercato televisivo, cresce anche la diversificazione nei servizi finanziari: viene acquisita la Mediolanum Assicurazioni.

Intanto su Italia 1 debutta il Drive In, che ottiene un grande successo e diventa un programma di culto.

1985

Fininvest entra nel capitale di Mondadori, giusto un anno dopo aver comprato, proprio da Mondadori, Retequattro.

segrate mondadori fininvest

1986

Il Gruppo entra nel mondo del calcio e acquista il Milan A.C. dall’imprenditore Giuseppe Farina. In pochi anni il Milan diventerà una delle squadre più blasonate al mondo.
Lo stesso anno, Fininvest fonda in Francia La Cinq, di cui detiene il 60%: inizia così l’avventura oltreconfine del Gruppo.

1987

Fininvest lancia in Germania Telefünf.

1988

Viene rilevata la Standa, primario operatore della grande distribuzione, dal Gruppo Ferruzzi – Montedison, con l’idea di creare sinergia tra la catena e la tv. Parte una campagna pubblicitaria con più di 1.500 spot che presentano la Standa come “la Casa degli Italiani”.

1990

Fininvest partecipa alla nascita di Telecinco, emittente televisiva spagnola. In pochi anni Telecinco conquista il grande pubblico con programmi di successo e diventa una delle televisioni commerciali più redditizie d’Europa.

Lo stesso anno, la quota detenuta da Fininvest in Società Europea di Edizioni, editrice del quotidiano Il Giornale, viene ceduta al Gruppo guidato da Paolo Berlusconi a seguito della legge Mammì.

1991

Entra a far parte del Gruppo Fininvest anche l’Arnoldo Mondadori Editore. Con questa acquisizione prosegue il processo di focalizzazione nei settori dell’editoria e della comunicazione.

uffici mondadori fininvest

1992

La Cinq, la cui maggioranza nel frattempo è passata ad Hachette, termina le sue trasmissioni. Intanto in Germania Telefünf viene ceduta a Leo Kirch.

1995

Nasce Medusa Film, società di produzione e distribuzione cinematografica. Nel giro di pochi anni Medusa raggiunge una posizione di leadership in Italia nella produzione e distribuzione di film.

1996

Mediaset e Mediolanum vengono quotate alla Borsa di Milano. Entrambi i collocamenti sono un successo: oltre 300.000 nuovi investitori acquistano le azioni delle due società.

1997

Mediolanum aggiunge i servizi bancari alla propria offerta per la clientela: Programma Italia Investimenti Sim P.A. si trasforma così in Banca Mediolanum, una delle più innovative banche telematiche italiane, la prima a sfruttare l’interconnessione tra telefono e teletext del televisore di casa.

banca mediolanum fininvest

1998

In un’ottica di focalizzazione sul core business vengono ceduti i grandi magazzini Standa.

standa fininvest

2000

Per sviluppare il settore dei new media nasce Mediadigit. Tra le principali iniziative sul web c’è TGCOM, il tg online di Mediaset.

Banca Mediolanum approda in Spagna per replicare il modello operativo italiano e acquisisce il Gruppo Bancario Fibanc.

2001

Il Gruppo prosegue nella propria strategia di concentrazione nell’area entertainment e comunicazione, ed esce dal settore immobiliare con la cessione di Edilnord 2000.

Il Gruppo Mediolanum prosegue l’espansione in Europa, con l’acquisizione di Gamax Holding AG in Germania e di Bankhaus August Lenz & Co. in Austria.

2003

Mediaset sale al 52% di Publiespana e di Telecinco, ormai diventata la più importante televisione commerciale spagnola. 

2004

Fininvest entra nel capitale di Molmed, società di biotecnologie mediche nata all’interno dell’ospedale San Raffaele e focalizzata su terapie innovative per la cura del cancro.

Nel mese di giugno Telecinco viene quotata alla Borsa di Madrid. Per gli analisti “è uno dei collocamenti di maggior successo degli ultimi anni“.

2005

Il Gruppo Fininvest entra nel settore radiofonico con l’acquisto, da parte di Mondadori, dell’emittente nazionale R101. Il grande calcio italiano è visibile in diretta sul digitale terrestre di Mediaset grazie all’innovativa offerta in pay-per-view ‘Mediaset Premium’.

2006

Mondadori compie un importante passo nel processo di sviluppo internazionale acquisendo Emap France, poi ribattezzata Mondadori France, uno dei principali editori di periodici francesi, con un portafoglio di circa 30 testate.

2007

Fininvest incrementa la propria partecipazione in Mediobanca ed entra nel patto di sindacato con una quota dell’1%. 

Intanto, Mediaset e Telecinco, assieme ad importanti partner, si aggiudicano Endemol, società leader a livello internazionale nella produzione di programmi di intrattenimento e fiction.

2008

Telecinco entra nel mercato nord americano di lingua spagnola acquistando una quota del 29,2% dell’emittente Caribevision.

Nasce Premium Gallery, la nuova offerta pay di Mediaset sul digitale terrestre: serie Tv, cinema americano e calcio.

2009

Fininvest diventa primo azionista di Molmed, con una quota pari al 23,95%.

Mondadori Pubblicità e Publitalia ’80 siglano un accordo per la costituzione di Mediamond, una società partecipata pariteticamente finalizzata alla raccolta di pubblicità online.

mediamond fininvest

2010

Telecinco si trasforma in Mediaset España e diventa il primo operatore televisivo spagnolo grazie all’acquisizione del canale generalista Cuatro e di una quota di DigitalPlus. 

Intanto Mondadori si impone sul mercato digitale, mettendo online la più ampia libreria di ebook italiani.

2011

Mediaset lancia TGCOM24, il primo canale all news disponibile in chiaro sul digitale terrestre. 

mediaset fininvest

2012

Elettronica Industriale cede le proprie attività a EI Towers, società controllata da Mediaset e primo operatore nazionale nel settore delle infrastrutture delle reti di comunicazione elettronica.

2013

Mediaset lancia “Infinity”, servizio di contenuti a pagamento che offre ai suoi clienti la possibilità di accedere in streaming a film, fiction e programmi tv. 

Mondadori realizza un profondo piano di rivisitazione organizzativa e dei processi produttivi per affrontare la contrazione del settore editoria.

infinity fininvest

2014

Nasce la nuova società Mediaset Premium a cui vengono conferite tutte le attività pay e nella quale l’operatore spagnolo Telefonica acquisisce una partecipazione dell’11%.

Mondadori crea la nuova società Mondadori Libri spa, in cui vengono conferite le partecipazioni relative alle attività libri trade, arte e scolastica.

2015

Mediaset apre una nuova linea di sviluppo nel settore radio con l’acquisto dell’80% di Monradio, a cui fa capo R101, e stringendo una partnership con Finelco, il primo gruppo radiofonico italiano che controlla Radio 105, Radiomontecarlo e Virgin Radio.

A seguito della fusione per incorporazione di Mediolanum S.p.A., Banca Mediolanum diventa la capogruppo del Gruppo Mediolanum, sostituendo l’incorporata nelle quotazioni nell’indice FTSE MIB.

2016

Mondadori realizza due importanti acquisizioni: Rizzoli Libri, con cui diventa leader anche nella scolastica; Banzai Media, con cui diventa il primo editore italiano nel digitale. Il titolo Mondadori è ammesso al segmento STAR di Borsa italiana.

Mediaset consolida Radiomediaset, che diventa il primo polo radiofonico italiano.

Intanto Fininvest e Mediaset iniziano un contenzioso con la società francese Vivendi per la mancata esecuzione dell’acquisto di Mediaset Premium e per la successiva scalata nel capitale di Mediaset.

2017

Fininvest cede la sua partecipazione in AC Milan alla Rossoneri Sport Investment Lux dell’imprenditore cinese Li Yonghong. Durante i 31 anni di gestione Fininvest, il Milan ha vinto 29 titoli: 8 Scudetti, 1 Coppa Italia, 7 Supercoppe italiane, 5 Champions League, 2 Coppe Intercontinentali, 5 Supercoppe Uefa, 1 Mondiale per club.

2018

Si conclude con successo l’operazione di Mediaset ed F2i per la creazione di 2i Towers: Mediaset mantiene una presenza rilevante (il 40% di 2iTowers) nel settore delle torri di trasmissione.

Mondadori prosegue la propria focalizzazione sul core business dei libri, cedendo a La Verità Srl la testata Panorama.

Intanto viene acquistata la società sportiva A.C. Monza.

monza fininvest

2019

Mediaset avvia il progetto di sviluppo internazionale MFE-MEDIAFOREUROPE, con l’obiettivo di creare un broadcaster paneuropeo leader nel settore della tv free e capace di competere con i maggiori player mondiali.

Il Gruppo Mediaset acquista inoltre il 15,1% del capitale della tedesca ProSiebenSat1.

Mondadori finalizza la cessione di Mondadori France e di alcune testate italiane a Reworld Media.

mfe fininvest

2020

Mediaset sale fino al 29,4% dei diritti di voto nel capitale di ProSiebenSat.1 Media SE.

Nasce Mondadori Media S.p.A., società del Gruppo responsabile di tutte le attività relative al settore dei periodici e dei digital media.

L’AC Monza vince il girone A del campionato di calcio di Lega Pro 2019/2020 e viene promosso in Serie B.

mondadori media fininvest

2021

Il Gruppo Mediaset cambia nome in MFE-MEDIAFOREUROPE e introduce una struttura azionaria a doppia categoria: nasce la holding di uno dei maggiori poli radiotelevisivi pan-europei con sede legale in Olanda e quotata alle Borse di Milano e di Madrid. 

Mondadori acquista la casa editrice D Scuola, diventando leader in Italia dell’editoria scolastica. Il Gruppo registra inoltre il miglior utile dal 2012 e torna a distribuire un dividendo agli azionisti dopo dieci anni.

Con un accordo globale Fininvest, Mediaset e Vivendi pongono fine alle reciproche controversie.

mfe fininvest

2022

MFE-MEDIAFOREUROPE accresce la propria partecipazione in ProSiebenSat.1 Media SE fino al 29% del capitale sociale e fino al 29,9% dei diritti di voto.

Il Gruppo Mondadori acquista il 51% di Edizioni Star Comics S.r.l., leader nel settore dei fumetti, il 50% di A.L.I. – Agenzia Libraria International e il 50% di De Agostini Libri.

L’AC Monza ottiene la prima storica promozione in Serie A, a 110 anni dalla sua fondazione. 

Il Teatro Manzoni festeggia i suoi 150 anni di storia.

mondadori fininvest

2023

Il 12 giugno scompare il fondatore del Gruppo Fininvest Silvio Berlusconi. I figli  accettano l’eredità del loro padre: Marina e Pier Silvio assumono congiuntamente il controllo indiretto su Fininvest.

MFE-MEDIAFOREUROPE completa la fusione transfrontaliera per incorporazione di Mediaset España Comunicación, S.A. 

Il Gruppo Mondadori cede le testate Grazia e Icon a Reworld Media e la propria quota di Società Europea di Edizioni, editrice del quotidiano Il Giornale a Tosinvest..

berlusconi il fondatore storia
Cookie Policy